I partecipanti al corso (foto dal sito della Federazione Italiana Scherma)

Dal 22 al 25 novembre, in concomitanza con la Prima Prova Giovani (a cui abbiamo partecipato con Chiara: qui il link al post su Facebook) si è svolto a Ravenna il Corso per Dirigenti organizzato dalla Federazione Italiana Scherma.
Ricco di lezioni e laboratori, il programma di questa quattro-giorni ha toccato vari aspetti della vita dirigenziale di una società: dalla gestione delle risorse umane alla normativa sulla privacy, dal social media marketing all’aspetto fiscale, dalla relazione con gli organi di stampa all’organizzazione sportiva…
Programma molto intenso quello proposto dalla Federazione, concretizzato da relatori di spicco nello scenario del Pala De Andrè.

Argomenti davvero interessanti e calati nella realtà: ci sono stati dati degli strumenti per utilizzare davvero quanto appreso”, commenta il nostro presidente Nadia Crea, che ha partecipato al corso insieme al vicepresidente Luigina Ginny Maffeis.
Sempre Nadia sostiene che il corso ha “offerto tanti spunti per poter affrontare vari aspetti della vita di una società sportiva”. Definisce questa quattro-giorni “un corso a 360°, un’esperienza utile e positiva, con relatori interessantissimi e ben organizzato”, e “spera che in futuro se ne facciano altri, di varia natura, magari su procedure e regolamenti specifici della Federazione”.

Ginny, invece, commenta così l’esperienza:

“L’immagine che continua a venirmi in mente è quella di uno zaino pieno perché, in modo figurato, è questo che alla fine mi sono portata a casa. Per me, che sono arrivata lì senza esperienza e senza sapere esattamente cosa aspettarmi è stata un’autentica e continua avventura. Non nascondo che inizialmente mi è sembrata “spaventosa” ma con l’aiuto prezioso dei docenti si è trasformata in crescita costante e quelle che inizialmente mi erano sembrate lisce pareti verticali, alla fine si sono rivelate solide rocce ricche di appigli e appoggi, facili da sfruttare per arrivare alla cima circondata da persone veramente in gamba. 
L’organizzazione del corso, la professionalità e la disponibilità dei docenti hanno reso l’esperienza positiva e ricca di stimoli, grazie anche al confronto e all’interazione con gli altri partecipanti tra l’altro tutti molto simpatici.”

 

Per saperne di più (relatori, argomenti, programma), vi invitiamo a fare clic qui per essere indirizzati direttamente alla notizia sul sito della Federazione Italiana Scherma.